Autorizzazione uso servizi Internet

Come noto a tutti, il curricolo scolastico prevede che gli alunni imparino a conoscere ed utilizzare i servizi Internet tra cui la posta elettronica, i servizi di Cloud Storage  e altre applicazioni online. Questo Istituto propone agli studenti di utilizzare tali servizi in ambito didattico per la condivisione delle risorse, la comunicazione, la creazione di prodotti digitali, la ricerca di informazioni e ne promuove l’educazione all’uso consapevole.

Per gli studenti e per gli insegnanti l’accesso ad Internet è un privilegio e un diritto. Gli insegnanti hanno il compito di guidare gli alunni nelle attività on-line, di stabilire obiettivi chiari nell’uso dei servizi, favorendone l’uso responsabile.

Va tuttavia sottolineato che l’articolo 8 - “Condizioni applicabili al consenso dei minori in relazione ai servizi della società dell'informazione” - del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati entrato in vigore nel 2016 ma operativo a partire dal 25 maggio 2018, prevede il consenso conosciuto come “consenso digitale”, legato alla fornitura di servizi online a ragazzi che non hanno ancora compiuto la maggiore età.

In particolare l’art. 8.1 specifica che, nel caso in cui vengano offerti a minori i predetti servizi, il loro consenso sarà lecito solo laddove il minore “abbia almeno 16 anni”. Nel caso in cui l’interessato abbia un’età inferiore, il trattamento viene considerato lecito “soltanto se e nella misura in cui tale consenso è prestato o autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale”.

Alla luce di quanto sopra esposto si chiede quindi ai genitori degli studenti di età inferiore agli anni 16 di compilare il modulo allegato a questa informativa.

In caso di mancata autorizzazione all’uso dei servizi l’attività didattica dovrà subire inevitabili ridimensionamenti, anche consistenti per alcune parti.

Per chi lo desidera, si ricorda che molti servizi offrono funzionalità di controllo parentale degli accessi.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter